Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia
immagine del libro 29. Le scritture dai monasteri


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  40,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

29. Le scritture dai monasteri

Atti del II° seminario internazionale di studio “I Monasteri nell’alto medioevo” Roma 9-10 maggio 2002


Curato:
   De Rubeis F.  Pohl W.  
Anno Edizione:
  2003
Collana/Rivista:  Acta Instituti Romani Finlandiae
info
Isbn:
  952-5323-06-4
Materie:
   Epigrafia
Formato:
  21,5x27,5
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  248
Casa Editrice:
  Institutum Romanum Finlandiae
Cod. :
  CA013100

DISPONIBILITA' LIMITATA

Il secondo Seminario sul tema dei "Monasteri nell'Alto Medioevo" è stato dedicato al problema della produzione scrittoria. I monasteri altomedievali non erano luoghi isolati di alfabetismo in una società estranea all'uso della parola scritta, ma centri di comunicazione scritta e nodi nella diffusione di vari tipi di testi. L'intento di questo volume è di analizzare non esclusivamente l'aspetto grafico che le testimonianze scrittorie (siano esse documenti, codici o epigrafi) hanno trasmesso, quanto piuttosto il fenomeno grafico nella sua complessa ed articolata realizzazione: L'indagine di tipo paleografica, secondo i criteri qui enunciati, è stata integrata dalla "lettura" della cultura scritta offerta dagli storici.
Sommario: Premessa (Flavia De Rubeis -Walter Pohl), 1. Epigrafia latina tra antichità e medioevo Mika Kajava,2. Le trasformazioni dei nomi personali tra antichità e medioevo Heikki Solin, 3. Le scritture itineranti nelle produzioni librarie monastiche Flavia De Rubeis,,4 La normativa sui monasteri e sui loro patrimonia nell'Italia longobardo-carolingia Claudio Azzara, 5. I monasteri salemitani nelle carte dei secoli IX-X: riflessioni minime su persone e negozi Maria Galante, 6. Le carte della Rezia Peter Erhart,7. La culture des Regulae dans les monastères bénédictins Hugo Zurutuza -Horacio Botalla, 8. Epigrafia letteraria e topografia della vita quotidiana nei monasteri carolingi Francesco Stella, 9. The cult of Saint Dominic of Sora. Hagiographical texts and their contexts Teemu Immonen, 10. The writing and copying of history in Carolingian monasteries: the example of Lorsch Rosamond McKitterick, 11. Monastic writing and Carolingian court audiences: some evidence from biblical commentary Mayke De Jong, 12. Testi e identità in manoscritti cassinesi dei secco IX-XI Walter Pohl, 13. Charisma in the archive: Roman monasteries and the memory of Gregory the Great, c.870-c.940 Conrad Leyser, 14. Religion, Dynasty, and Patronage in Rome, c.440-c.840. A database project of the Centre far Late Antiquity, University of Manchester lulia Hillner -Conrad Leyser .