Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia
immagine del libro 18. Altre realtà


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  10,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

18. Altre realtà

Poesie 1982-2007


Autore:
   De Luca M.  
Anno Edizione:
  2008
Collana/Rivista:  Segmenti
info
Isbn:
  978-88-7140-375-5
Materie:
   Narrativa e poesia
Formato:
  15x23
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  164
Illustrazioni:
  13 ill. in b/n
Casa Editrice:
  Edizioni Quasar
Cod. :
  BB011800

Se è vero che la poesia di De Luca può esser letta come una poetica esplicita della sua pittura, è anche vero che essasi conquista sul campo una profonda autonomia, una voce inconfondibile che dalla pittura potrebbe anche prescindere del tutto. In fondo, se un fil rouge esiste nei versi di questo quarto di secolo, credo che esso vada cercato nello scacco progressivo dell'argomentazione e nella progressiva eclissi delle forme verbali, collocate nelle prove più recenti quasi esclusivamente nei rari incisi o nelle ancor più rare subordinate di uno stile nominale sempre più invasivo e lucidamente orientato.
Il verbo per definizione "predica", dirime, istituisce gerarchie di significato. La sua scomparsa conclude a un catalogo tragicamente indiscriminato e tendenzialmente infinito, come fosse una strategia di accerchiamento del reale che si sa già perdente, perché quel che si cerca di accerchiare e circoscrivere è una verità per definizione e per faticosa acquisizione intellettuale fatalmente negata. E in questo Michele De Luca, niente affatto "postmoderno", si riconnette alle stimmate più autentiche della grande poesia novecentesca, al suo sottile disincanto, alla sua asciutta disperazione. (Dalla prefazione di Stefano Giovanardi)
Sommario: S. Giovanardi, Prefazione; I - Indizi; II - Transiti; III - Fiati aggiuntivi; IV - Per titolo; V - Determinatio; VI - Novo Tempo. Note. Elenco dei disegni.