Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia
immagine del libro LXVIII. Aspetti e problemi della romanizzazione


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  60,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

LXVIII. Aspetti e problemi della romanizzazione

Venetia, Histria e arco alpino orientale


Curato:
   Cuscito G.  
Anno Edizione:
  2009
Collana/Rivista:  Antichità Altoadriatiche
info
Isbn:
  978-88-97557-73-9; ISSN: 1972-9758
Materie:
   Archeologia
Formato:
  17x24
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  416
Illustrazioni:
  ill. in b/n
Casa Editrice:
  Editreg
Cod. :
  CZ021700

Dopo la serie di cinque volumi dedicati ad "Aquileia dalle origini alla costituzione del ducato longobardo", analogamente all'incontro dell'anno scorso su "La cristianizzazione dell'Adriatico" si è proseguita la tradizionale serie di approfondimenti tematici spostando però l'attenzione agli inizi della presenza romana in Alto Adriatico e al fenomeno della "Romanizzazione".
(dalla premessa di Giuseppe Cuscito)
Sommario: Premessa; Diario; Introduzione ai lavori; Saluto. H. Galsterer, La Romanizzazione – una, molte o nessuna?; G. Bandelli, Note sulla categoria di romanizzazione con riferimento alla Venetia e all’Histria; C. Zaccaria, Romani e non Romani nell’Italia nordorientale: la mediazione epigrafica; P. Donat, La ceramica nella Cisalpina nordorientale dalla fondazione di Aquileia ad Augusto; M. Faleschini, G. Righi, G. Vannacci Lunazzi, S. Vitri, La Carnia tra Celti e Romani. Evoluzione degli insediamenti attraverso l’analisi di alcuni siti campione; L. Capuis, La romanizzazione del Venetorum angulus; G. cresci Marrone, Gli insediamenti indigeni della Venetia verso la romanità; M. Chiabà, Problemi e metodi nello studio dei rapporti tra incolae e coloni nella Venetia orientale. Il caso di Aquileia; F. Maselli Scotti, L. Mandruzzato, C. Tiussi, La prima fase dell’impianto coloniario di Aquileia. La situazione attuale degli studi e delle ricerche; M. Buora, Sevegliano: un esempio di romanizzazione; F. Fontana, I culti della Romanizzazione; P. Gleirscher, Gurina e Magdalensberg. Note sull’attuale discussione riguardante la fase insediativa iniziale d’epoca romana in Noricum; H. Dolenz, S. Krmnicek, E. Schndler-Kaudelka, H. Sedlmayer, S. Zabehlicky-Scheffenegger, Zur vorannexionszeitlichen Siedlung auf dem Magdalensberg; F. Mainardis, Forme e modalità dell’acculturazione epigrafica tra diglossia e digrafia; J. Horvat, Selected Aspects of Romanisation in Western and Central Slovenia; R. Matijašić, Città e territorio: aspetti della romanizzazione in Istria; F. Crevatin, Ancora sulla romanizzazione dell’Istria.