Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia
immagine del libro XLIII. Il Valdemaro


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  60,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

XLIII. Il Valdemaro

Dramma per Musica (1726)


Autore:
   Sarro D.  
Curato:
   Jürgensen K.A.   
Anno Edizione:
  2013
Isbn:
  978-88-7140-517-9
Materie:
   Storia Musica
Formato:
  21x29,7
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  704
Illustrazioni:
  32 tavv. bn e colori
Casa Editrice:
  Edizioni Quasar
Cod. :
  CD010500

IL VALDEMARO – Dramma per Musica (1726)
Analecta Romana Instituti Danici – Supplementum XLIII

L’opera Il Valdemaro venne per la prima volta rappresentata il 16 febbraio del 1726 sulle scene di in uno dei più grandi teatri d’opera della Roma del tempo, il Teatro Alibert. Quest’opera fino ad oggi praticamente sconosciuta e inesplorata, si fregia della musica di uno dei più noti compositori d’opera meridionali del tempo, Domenico Natale Sarro (1679-1744), anch’egli oggi praticamente sconosciuto al grande pubblico. La partitura dell’opera è ora per la prima volta disponibile in una edizione critico-scientifica comprendente introduzione, descrizione delle fonti, apparato critico e illustrazioni. L’opera è una delle pochissime partiture del Sarro che siano conservate sia nella versione originale del compositore sia in una trascrizione contemporanea, quest'ultima utilizzata per la sua prima rappresentazione. Il Valdemaro è interessante per essere stata scritta per sole voci maschili (castrato-soprano e castrato-alto, nonché tenore), e per essere una delle prime opere dell’Italia centro-meridionale ispirate al Medioevo scandinavo. In tale partitura Sarro si rivela come degno rappresentante del periodo di transizione tra la polifonia contrappuntistica dell’opera barocca, e il successivo primo classicismo, con le sue forme più libere e strutture melodiche vocalmente più virtuosistiche.


On 16 February 1726 the opera Il Valdemaro was first time performed at one of Rome's then largest opera houses, Teatro Alibert. The music of this today almost completely unknown and unexplored opera was by one of the then most famous southern Italian opera composers of the time, Domenico Natale Sarro (1679-1744), who today is almost almost unknown. The opera has now been published and made available for the first time in a critical edition containing the complete score, an introduction to the composer and his work, source descriptions, critical commentary and illustrations. Il Valdemaro is one of only very few scores by Sarro that have been preserved in the composer's original autograph score as well as a copy transcript, the last of which was used at the opera’s first performance. Il Valdemaro is interesting for having been written for a cast of only male singers (soprano-castrato, alto-castrato and tenor) and is one of the earliest known operas in Southern and Central Italy with a plot set in the Scandinavian Middle Ages. Sarro stands with this score as a prolific representative of the transitional period between the era of highly contrapuntal polyphonic baroque opera, and the subsequent early classicism with its free forms and vocally more virtuosic melodic structures.
Sommario: Introduzione. Le fonti. Contenuto e comparazione tra le due partiture per il Valdemaro. Criteri editoriali. Abbreviazioni. Apparato critico. Bibliografia. Illustrazioni. Il libretto (in facsimile). Partitura. Atto I. Atto II. Atto III. Appendice I. Appendice II. Appendice III. Appendice IV. Appendice V.