Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia
immagine del libro Collis


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  45,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

Collis

Il Quirinale e il Viminale nell’antichità


Autore:
   Coarelli F.  
Anno Edizione:
  2014
Isbn:
  978-88-7140-547-6
Materie:
   Topografia antica
Formato:
  15x23
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  440
Illustrazioni:
  130 ca.
Casa Editrice:
  Edizioni Quasar
Cod. :
  AA030900

Nella conformazione urbana dei “Sette colli” il Quirinale e il Viminale rappresentano, già dal nome, un’eccezione: sono cioè gli unici denominati colles e non montes come gli altri. Questa disparità di carattere linguistico (collis indica forse un rilievo in forma di promontorio, mons un rilievo isolato) si riscontra anche a livello mitistorico, nel tradizionale collegamento di essi con la comunità sabina. Di questo carattere singolare permangono tracce fino alla scelta degli imperatori Flavi, di origine sabina, di scegliere quest’area come sede delle loro abitazioni e del tempio-mausoleo che ospitava le loro ceneri, il templum gentis Flaviae.
Questo volume affronta per la prima volta in dettaglio lo studio sistematico di questo settore fondamentale della città, utilizzando l’intera documentazione disponibile (testi letterari, iscrizioni, monumenti) e fornendo un quadro sempre affidabile e spesso interamente rinnovato della sua topografia e della sua vicenda storica.
-----------------------------------------

Recensione su Journal of Roman Studies, 106 (2016), pp.288-289
VISUALIZZA LA RECENSIONE