Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia
immagine del libro 17. Come Aurora. Lieve, preziosa


Libro
Disponibilità: 
No
Prezzo:  €  60,00
Prezzo scontato:
  35,00
(L'offerta non è soggetta ad ulteriori sconti)
Per procedere all'acquisto effettuare il login

17. Come Aurora. Lieve, preziosa

Ergastai e Philoi a Gabriella Bevilacqua. Giornata di studio - Roma 6 giugno 2012


Curato:
   Lombardi P.  
Anno Edizione:
  2017
Collana/Rivista:  Opuscula Epigraphica
info
Isbn:
  978-88-7140-791-3
Materie:
   Epigrafia Storia
Formato:
  21,5x27
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  196
Illustrazioni:
  119 in bn
Casa Editrice:
  Edizioni Quasar

VOLUME IN PRENOTAZIONE
€ 35,00 anzichè € 60,00
Per aderire all'iniziativa compilare questo modulo e inviarlo a promozione@edizioniquasar.it

L'OFFERTA SCADE L'11 OTTOBRE 2017.

IL VOLUME SARÀ DISPONIBILE DA FINE OTTOBRE 2017.
Sommario: Prefazione. Introduzione. D. Gavio, Gabriella e l’Accademia Americana. P. Lombardi, Gabriella compagna di viaggio. M.L. Lazzarini, Gabriella Bevilacqua e la ricerca epigrafica. Bibliografia di Gabriella Bevilacqua.

Roma. Tra Archeologia ed Epigrafia
S. Campanelli, Dopo IGUR: un inedito dal Palatino. L. D’Amore, Uno studente ‘fuori sede’ in un epigramma di Roma (IGUR 1165): Atimetos di Region e i ‘doni delle Muse’. S. Episcopo, Un frammento marmoreo con incisione figurata da s. Marcello al Corso (Roma). P. Grandinetti, Iscrizioni urbane in Collezioni fiorentine: Villa Corsini, Palazzo Medici Riccardi e Museo archeologico di Firenze. M. Nocita, Il pantomimo e l’auriga: a proposito di ICUR 5051 e 5688. L. Saguì, Un complesso di età tardoantica alle pendici del Palatino: grandi mangiate e misteriosi dispositivi. C. Salvetti, Gli antiquari di fine ottocento e le strane vicende di un mosaico dell’Antiquarium comunale di Roma.

Magia e Religione
L. Bettarini, Poesia e magia nera: riflessioni su una defixio metrica da Cirene (SECir 193). I. Bultrighini, Una frammentaria dedica votiva dei Demoti di Lamptrai e il culto di Apollo e Asclepio in Attica. L. Del Monaco, Defixio tardoantica da Olbia (Sardegna). M. Mari, Olympia, Daisia, Xandika. Note su tre feste ‘nazionali’ macedoni e sulla loro eredità in epoca ellenistica. E. Miranda De Martino, Augusto ktistes di Neapolis. P. Puccia, Da CIL X, 7121: alcune considerazioni sul TAPIXOΣ. G. Vallarino, Abbreviazioni, liste nominali e pratica magica: rilettura di una laminetta tarantina (IG XIV 668 a-b).