Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia
immagine del libro Rendiconti - III serie


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  150,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

Rendiconti - III serie

Vol. LXXXIII. Anno Accademico 2010-2011


Curato:
   Buonocore M.  
Anno Edizione:
  2011
Materie:
   Archeologia
Formato:
  16,5x25,5
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  534
Illustrazioni:
  ill. in b/n e a colori
Casa Editrice:
  Pontificia Accademia Romana di Archeologia
Cod. :
  DD028300

L'Accademia Romana di Archeologia, pur ricollegandosi idealmente all'Accademia rinascimentale di Pomponio Leto e a quella di "Storia e Antichità Romane" creata da Benedetto XIV nel 1740, fu fondata a Palazzo Corsini il 4 ottobre 1810 per iniziativa del barone Joseph-Marie de Gérando durante l'amministrazione francese di Roma (1809-1814). Nel 1829 Pio VIII le conferì il titolo di Pontificia: da allora è una delle accademie della Santa Sede; dal 1946, dopo essere passata in varie sedi, per volere di Pio XII ebbe stabile residenza nel Palazzo della Cancelleria, storico edificio che gode del diritto di extraterritorialità, e da allora tiene mensilmente le sue riunioni da novembre a giugno nel prestigioso salone dei Cento Giorni decorato da Giorgio Vasari. L'Accademia ha per precipuo campo di attività lo studio dell'antichità classica ma spesso le sue ricerche si estendono fino alla preistoria e fino al Rinascimento. Organi dell'Accademia sono le dissertazioni che vengono divulgate nei Rendiconti e nelle Memorie, i primi vengono pubblicati regolarmente ogni anno; delle seconde esistono due serie, una in 4° e una in 8°; queste pubblicazioni costituiscono la Serie III. Le due serie precedenti, con il titolo di Dissertazioni, vanno rispettivamente dal 1821 al 1864 e dal 1881 al 1920. Un indice generale delle Dissertazioni dal 1821 al 1938, per autori e per materie, è pubblicato nel Supplemento al XIV volume dei Rendiconti della Serie III; un secondo indice generale dal 1938 al 1966, nel Supplemento al XXXVIII volume.
Sommario: Elenco degli Accademici. Consiglio Accademico. Verbali delle adunanze pubbliche. Celebrazioni del bicentenario della Pontificia Accademia Romana di Archeologia, 9 dicembre 2010. Programma. Interventi: S. Em. Rev.ma Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato. S. Em. Rev.ma Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente del Consiglio di Coordinamento delle Accademie Pontificie. On. Francesca Maria Giro, Sottosegretario ai Beni Culturali, Prof. Letizia Pani Ermini, Presidente della Pontificia Accademia Romana di Archeologia. Presentazione del volume III delle Memorie “I duecento anni di attività della Pontificia Accademia Romana di Archeologia (1810-2010)”, a cura di Marco Buonocore. Interventi: Prof. Fausto Zevi, Prof. Leandro Polverini, Prof. Letizia Pani Ermini. Comunicazioni Scientifiche. F. Demma, Leucado cepit: Praeneste, Roma e la conquista dell’Oriente. G. Pisani Sartorio, L. Lombardi, H. Rossi Zambotti, I 'Trofei di Mario', mostra dell'Aqua Claudia-Anio Novus: il percorso dell'acqua. Appendice: E. Gautier di Confiengo, Pirro Ligorio ed i 'Trofei di Mario'. L. Ciancio, Emblema del mutamento: il Macellum di Pozzuoli nell'iconografia del XIX secolo. G. Meli, P. Pensabene, P. Barresi, G. Scarponi, E. Gallocchio, E. Gasparini, Piazza Armerina. Studi recenti sulla Villa del Casale: gli interventi della Sapienza - Università di Roma. I. G. Meli, Recenti interventi di restauro alla Villa Romana del Casale. II. P. Pensabene, La villa del Casale tra tardo antico e medioevo alla luce dei nuovi dati archeologici: funzioni, decorazioni e trasformazioni. III. P. Barresi, Modelli e contesti ceramici di età romana dalla Villa del Casale. IV. G. Scarponi, Nuovi contesti ceramici di età romana dalla Villa del Casale. V. E. Gallocchio, E. Gasparini, Nuovi contesti ceramici di età medievale dalla Villa del Casale. Appendice: R. Laviano, A. Mangone, Sgraffito ware dallo Xystus: indagini archeometriche. M. G. Lauro, Scavi nella tenuta presidenziale di Castel Porziano: l'area archeologica di Tor Paterno e le evidenze post-classiche. A. Buonopane, Iter epigraphicum Compsanum. A. Vella, Due nuovi frammenti di un calendario marmoreo dalla via Ardeatina, a Roma: considerazioni epigrafiche e riflessioni sulla topografia antica del Campidoglio. O. Sartori, Il Mandylion. Annotazioni storiche e iconografiche sul volto 'autentico' di Cristo in Vaticano. E. Equini Schneider, Elaiussa Sebaste tra il tardo ellenismo e la prima età bizantina. G. Bartolozzi Casti, La Basilica Vaticana tra Medioevo e Rinascimento. La distruzione del mausoleo degli Anici. Commemorazioni. A. Giuliano, Gaetano Messineo (1943-2010) (con bibliografia). A. M. Ramieri, Valnea Santa Maria Scrinari (1922-2010).