Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia Critica letteraria Ciranna S. Lombardi A. Montuori P. Annoscia G.M.
immagine del libro 17. Come Aurora. Lieve, preziosa


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  60,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

17. Come Aurora. Lieve, preziosa

Ergastai e Philoi a Gabriella Bevilacqua. Giornata di studio - Roma 6 giugno 2012


Curato:
   Lombardi P.  
Anno Edizione:
  2017
Collana/Rivista:  Opuscula Epigraphica
info
Isbn:
  978-88-7140-791-3
Materie:
   Epigrafia Storia
Formato:
  21,5x27
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  196
Illustrazioni:
  119 in bn
Casa Editrice:
  Edizioni Quasar

Sommario: Prefazione.
Introduzione.
D. Gavio, Gabriella e l’Accademia Americana.
P. Lombardi, Gabriella compagna di viaggio.
M.L. Lazzarini, Gabriella Bevilacqua e la ricerca epigrafica.
Bibliografia di Gabriella Bevilacqua.

Roma. Tra Archeologia ed Epigrafia
S. Campanelli, Dopo IGUR: un inedito dal Palatino.
L. D’Amore, Uno studente ‘fuori sede’ in un epigramma di Roma (IGUR 1165): Atimetos di Region e i ‘doni delle Muse’.
S. Episcopo, Un frammento marmoreo con incisione figurata da s. Marcello al Corso (Roma).
P. Grandinetti, Iscrizioni urbane in Collezioni fiorentine: Villa Corsini, Palazzo Medici Riccardi e Museo archeologico di Firenze.
M. Nocita, Il pantomimo e l’auriga: a proposito di ICUR 5051 e 5688.
L. Saguì, Un complesso di età tardoantica alle pendici del Palatino: grandi mangiate e misteriosi dispositivi.
C. Salvetti, Gli antiquari di fine ottocento e le strane vicende di un mosaico dell’Antiquarium comunale di Roma.

Magia e Religione
L. Bettarini, Poesia e magia nera: riflessioni su una defixio metrica da Cirene (SECir 193).
I. Bultrighini, Una frammentaria dedica votiva dei Demoti di Lamptrai e il culto di Apollo e Asclepio in Attica.
L. Del Monaco, Defixio tardoantica da Olbia (Sardegna).
M. Mari, Olympia, Daisia, Xandika. Note su tre feste ‘nazionali’ macedoni e sulla loro eredità in epoca ellenistica.
E. Miranda De Martino, Augusto ktistes di Neapolis.
P. Puccia, Da CIL X, 7121: alcune considerazioni sul TAPIXOΣ.
G. Vallarino, Abbreviazioni, liste nominali e pratica magica: rilettura di una laminetta tarantina (IG XIV 668 a-b).