Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia Critica letteraria
immagine del libro Il Museo delle Antichità Etrusche ed Italiche della Sapienza Università di Roma


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  28,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

Il Museo delle Antichità Etrusche ed Italiche della Sapienza Università di Roma

IV. Le copie delle pitture funerarie etrusche


Autore:
   Drago Troccoli L.  
Curato:
   Michetti L.M.  Carlucci C.  
Anno Edizione:
  2019
Isbn:
  978-88-7140-963-4
Materie:
   Archeologia Etruscologia
Formato:
  21x29,7
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  204
Illustrazioni:
  38 in bn + 61 tavv. a colori
Casa Editrice:
  Edizioni Quasar

Il Museo delle Antichità Etrusche ed Italiche della Sapienza conserva una collezione di 61 tavole ad acquerello raffiguranti le pitture parietali delle tombe etrusche di età arcaica, classica ed ellenistica di Tarquinia, Orvieto e Chiusi. La parte più coscpicua degli acquerelli, appartenenti alle tombe di Tarquinia, fu dipinta tra il 1911 e il 1912 da Elio d'Alessandris, un pittore di scuola romana non altrimenti noto, che ricevette l'incarico da Vincenzo Fioroni, proprietario terriero nei cui fondi tarquiniesi furono rinvenute le principali necropoli villanoviane dell'insediamento etrusco. Sconosciuto è, invece, l'autore degli acquerelli delle tombe di Orvieto e Chiusi. L'acquisto avvenne da parte di Massimo Pallottino all'inizio degli anni '50 del Novecento, prima dell'istituzione del Museo. Le 61 tavole sono state ora restaurate e apposte in nuove cornici per l'esposizione nella Sala della Pittura nella quale saranno presentate a rotazione.
Lo studio e la pubblicazione delle copie delle pitture funerarie etrusche furono affidati da Giovanni Colonna a Luciana Drago, che ha lavorato per molti anni econ grandissimo impegno e dedizione alla stesura di questo quarto volume dei Cataloghi del Museo delle Antichità Etrusche ed Italiche, fino a pochi giorni prima della sua scomparsa. Il recupero dei testi ha consentito di procedere alla revisione complessiva del materiale nel rigoroso rispetto delle intenzioni dell'Autrice e di giungere all'edizione degli acquerelli.
Sommario: 
Introduzione (Laura Maria Michetti, Claudia Carlucci)
Revival, copia e modello. Gli etruschi e l’arte moderna (Matteo Piccioni)

1. LA FORTUNA DELLA PITTURA ETRUSCA: COPIE E COPISTI DALL’ETÀ MODERNA AI GIORNI NOSTRI
1.1. Dalle origini al primo Ottocento
1.2. Dalla seconda metà dell’Ottocento alla prima metà del Novecento

2. LE COPIE DELLE PITTURE FUNERARIE ETRUSCHE DEL MUSEO DELLE ANTICHITÀ ETRUSCHE E ITALICHE DELLA SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
2.1. Dati relativi all’acquisizione
2.2. Le copie delle pitture funerarie tarquiniesi. Il committente Vincenzo Fioroni e il pittore
2.2.1. La documentazione d’archivio
2.2.2. Appunti per una biografia di Vincenzo Fioroni
2.2.3. Il pittore e le copie delle pitture funerarie tarquiniesi
2.3. Le copie delle pitture funerarie chiusine e orvietane
2.4. Breve nota sull’allestimento museale delle riproduzioni e sulla storia degli studi

APPENDICE. Il restauro e la sistemazione conservativa dei 61 acquerelli (Maria Rosaria Basileo)

CATALOGO (Manuela Bonadies)

ABBREVIAZIONI BIBLIOGRAFICHE (a cura di Michele Di Lorenzo)