Paleografia Numismatica Studi sulla cultura dell'antico Riviste e Annali Archeologia Etruria Meridionale Archeologia e protostoria nella Gallia Cisalpina Divulgazione scientifica Architettura Storia dell'Arte Storia Narrativa e poesia Varie Pittura Scultura Disegno, incisione, grafica Guide storico-artistiche Tradizioni popolari e arte applicata Musei Fotografia Restauro e conservazione Cataloghi di mostre Altre pubblicazioni Pubblicazioni di Arte e Storia Grandi opere Archeologia di Roma e Lazio Cartografia archeologica Epigrafia Topografia antica Ristampe di opere classiche Filologia Etruscologia Storia del collezionismo Letteratura Informatica Topografia Studi sull’architettura Produzione e commerci Storia delle religioni Linguistica Storia delle religioni Studi sull’architettura Storia medievale Musica Storia urbana Studi sull'immagine Ecologia Storia romana Educazione ambientale Storia economica e sociale Diritto romano Cultura greca Storia di Roma poesia Cartografia Storiografia Critica letteraria Ciranna S. Lombardi A. Montuori P.
immagine del libro 2. Amplissimae atque ornatissimae domus (Aug., civ., II, 20, 26)


Libro
Disponibilità: 
Si
Prezzo:  €  144,00
Per procedere all'acquisto effettuare il login

2. Amplissimae atque ornatissimae domus (Aug., civ., II, 20, 26)

L'edilizia residenziale nelle città della Tunisia romana.


Curato:
   Ghedini F.  Zanovello P.  Bullo S.  
Anno Edizione:
  2003
Collana/Rivista:  Antenor - Quaderni
info
Isbn:
  88-7140-238-3
Materie:
   Riviste e Annali Archeologia
Formato:
  21x29,5
Allestimento:
  Brossura
Numero Pagine:
  684
Illustrazioni:
  321 ill. in b/n
Casa Editrice:
  Edizioni Quasar
Cod. :
  AE040200

2 voll. indivisibili.

Ad una distanza di circa 20 anni dall' ultima opera di sintesi sull' argomento, nei due tomi del secondo supplemento di "Antenor" - "Amplissimae atque ornatissimae domus (Aug., civ., II, 20, 26). L'edilizia residenziale nelle città della Tunisia romana" - si sono voluti raccogliere (secondo tomo) e commentare (primo tomo) tutti i dati editi sulle strutture abitative note entro i confini della provincia d' Africa Proconsolare, nella sua accezione severiana, al fine di superare l’approccio tradizionale che ha sempre, e per ovvi motivi, privilegiato l’apparato musivo, oggetto dell’appassionata indagine di storici dell’arte e studiosi della vita quotidiana; come è nello spirito della collana, il lavoro è in gran parte opera degli allievi – specializzandi e dottorandi – del Dipartimento di Scienze dell'Antichità dell'Università di Padova, nella ricerca e nell' analisi affiancati da docenti di questo e di altri Atenei italiani.

Le case edite e schedate – ove possibile dopo una verifica autoptica dei dati - sono 136, distribuite in 19 siti; delle circa 220 planimetrie presentate, tutte riportate alla medesima scala (1:250), il 30 % è stato rielaborato e trattato cromaticamente al fine di rendere immediatamente comprensibile la funzione degli spazi al loro interno. Come corollario della banca-dati così creata sono stati poi elaborati 17 saggi critici, all'interno dei quali gli ambienti più significativi della casa sono stati presi in esame, singolarmente e in sequenza, nella prospettiva di una loro successiva riaggregazione, finalizzata ad individuare tipologie e percorsi.

I due volumi si propongono, quindi, di fornire un panorama aggiornato dello stato delle conoscenze sull'edilizia privata d'età medio e tardo imperiale, con particolare riguardo per la porzione d'Africa corrispondente all'odierna Tunisia, che sarà sicuramente capace di stimolare la ricerca e di fornire spunti di indagine per nuovi approfondimenti.
Sommario: Saggi: P. Gros, Preface; F. Ghedini, Premessa. La casa nella città: G. Bejor, L’apporto dell’edilizia privata al paesaggio urbano; U. Vincenti, G. Zanon, Abusi edilizi nelle città romane di tunisia?. Gli ambienti della casa: E. Noto, Gli ingressi; M. Novello, Le aree scoperte; S. Bullo, Gli ambienti di rappresentanza; M.C. Mulè, Gli appartamenti; M. Novello, I cubicoli; M. Bassani, Gli spazi cultuali; P. Bonini, F. Rinaldi, Gli ambienti di servizio; A.R. Ghiotto, Gli impianti termali. L’acqua nella casa: Andrea Raffaele Ghiotto, Le fontane e le vasche ornamentali; M. Casagrande, I pozzi e le cisterne. Le “domus” della Tunisia romana: M. Pugliara, L’edilizia privata romana in Africa: il contributo delle fonti letterarie; J. Bonetto, L’uso del sottosuolo nell’edilizia domestica della Tunisia romana; P. Zanovello, L’acqua nella città e nella casa; F. Ghedini, La casa romana in Tunisia fra tradizione e innovazione; M. Novello, Il ruolo dell’apparato decorativo nella caratterizzazione funzionale dello spazio abitativo. Bibliografia generale. Schede: Come leggere le schede; Acholla - Ras Botria, Botria; Althiburos - Medeïna; Bulla Regia - Hammam Darrajj; Cillium - Kasserine; Clipea - Kélibia; Gigthis - Henchir Sidi Salem Bou Grara; Hadrumetum - Sousse; Karthago- Cartagine; Mactaris - Mactar; Neapolis - Nabeul; Pupput - Souk el Abiod; Sufetula - Sbeïtla; Thaenae - Henchir Thyna; Thuburbo Maius - Henchir el Kasbat; Thugga - Dougga; Thysdrus - El Jem; Uthina - Oudhna; Utica - Henchir Bou Chateur; Uzitta - Henchir Makhreba.